L'occasione d'oro

"Rifiutassimo pure ogni profondità, se cela un monte l’oro né più alcuno vuol cercarlo, lo porta in luce, un giorno il fiume, lo coglie nel silenzio dei gravidi macigni. Anche se non vogliamo: Dio matura." R.M.Rilke*

Azione

 Prometeo


“Il capolavoro dell'ingiustizia
è di sembrare giusto senza esserlo.”
Platone



In questi mesi di denuncia, come Inciampo del Carapace abbiamo tessuto una rete di contatti internazionale con tanti che in maniera simile a noi hanno vissuto e subito le derive settarie dei movimenti carismatici della chiesa cattolica. 

L'incompetenza resta l'alleata più evidente della degenerazione del potere, in qualsiasi sua forma, quando questo anziché essere messo a servizio delle comunità, delle persone, di ciò che è giusto, viene utilizzato come strumento per raggiungere una qualsiasi forma di privilegio e per superare frustrazioni (per usare un eufemismo) personali. Che peccato originale! In ogni ambito i danni che, per questo, si riversano sulle persone e sulle comunità sono smisurati.

Da ormai diversi anni giungono alla Chiesa segnalazioni di abusi da parte di fuoriusciti dai movimenti ecclesiali e dalle famiglie degli ordini religiosi; tali notizie vengono poi riportate su libri, articoli di giornale e comunicazioni sul web. Questo blog ha contribuito in piccolo a raccontare alcune storture vissute per esperienza diretta all'interno del movimento dei focolari. 

La riflessione in merito agli abusi e alla tutela che la chiesa dovrebbe garantire ai suoi figli ci sembra maturi di giorno in giorno, e soprattutto costringe chi ancora recalcitra e si ostina a voler restare nel medio evo, a prendere coscienza che non si tratta più di un gregge di pecore da portare al pascolo (certo che le metafore di Gesù si pagano a caro prezzo se non contestualizzate nel linguaggio del suo tempo).  

Gli amici di OREF ci propongono un’articolata riflessione maturata nell’ambito del gruppo Prometeo, allo scopo di elencare alcune fattispecie astratte presenti nell’ordinamento giuridico italiano applicabili ai fatti riscontrati nelle esperienze raccolte. Si va quindi nel legale, non si scherza. 

Prometeo (in greco antico: Προμηθεύς, Promethéus, «colui che riflette prima», in latino: Prometheus), è un personaggio della mitologia greca, contrapposto a uno dei suoi tre fratelli (Epimeteo) che invece è "colui che riflette dopo". Questo è dovuto al fatto che Prometeo, a differenza del fratello, è astuto e intelligente. Prometeo rubò il fuoco agli Dei per darlo al genere umano e la sua azione, che avvenne in antitesi a Zeus ed è posta ai primordi dell'umanità, rappresenta l'origine della condizione esistenziale umana. Nella storia della cultura occidentale, Prometeo può essere considerato un simbolo di ribellione e di sfida alle autorità o alle imposizioni, così anche come metafora del pensiero e archetipo di un sapere sciolto dai vincoli del mito, della falsificazione e dell'ideologia. *

Mai nome poteva essere più azzeccato per descrivere l'azione di questo gruppo di persone, cui ci associamo volentieri, e che ne descrive bene la passione e gli intenti. 


Si tratta certamente di un primo passo, é tutto perfettibile e certamente seguiranno revisioni, ampliamenti, correzioni, ecc... Ma è esattamente quanto desideriamo: proporre una risposta "adulta", che interpella quindi i fatti concreti e la responsabilità conseguente. Auguri! 

Prossimo post



* da Wikipedia | Prometeo 
Photo by
F. M. & AI (Midjourney)

Commenti

Posta un commento

Per favore, commenti da adulti. Si può essere non d'accordo con i temi del blog, basta farlo presente con gentilezza. Qualsiasi tipo di insulto o buttata in caciara verrà ignorato. Please get used to it!