L'occasione d'oro

"Rifiutassimo pure ogni profondità, se cela un monte l’oro né più alcuno vuol cercarlo, lo porta in luce, un giorno il fiume, lo coglie nel silenzio dei gravidi macigni. Anche se non vogliamo: Dio matura." R.M.Rilke*

Quel gran pasticcio dei carismi

I mostri

"Chiunque si esalta sarà umiliato,
e chi si umilia sarà esaltato."
Gesù di Nazaret


By G.P.

Ricordo che il responsabile del mio focolare di appartenenza, nel parlare a noi giovani di Chiara, ci diceva che la Chiesa avrebbe dovuto, prima o poi, celebrarla come il compimento del pensiero teologico. Lo affermava purtroppo senza avere la minima preparazione teologica o qualche rudimento di storia della Chiesa. Ci diceva che in San Pietro ci sarebbe dovuto essere un posto per Chiara tra le statue dei santi, ma che lei sarebbe stata venerata come la super santa. Insomma una sorta di versione super Saiyan del cristianesimo (vedi link). Per noi, ciurma di banotti era una di quelle cose folkloristiche della narrazione focolarina che prendevamo per innocue. Poi crescendo abbiamo imparato a farci qualche domanda in più e alcuni di noi hanno provato sulla propria pelle che così innocue quelle esagerazioni non erano. Ma l'esaltazione di questo focolarino ingenuo, non era farina del suo sacco. Evidentemente la sua sicumera aveva radici salde. La Lubich già agli albori del suo movimento, infatti, aveva le idee "chiarissime" e umilmente scriveva:

"Il nostro Ideale (ossia il carisma n.d.r.) non solo risolve tutti i problemi umani (ché l'uomo è opera di Dio e Dio è Amore e l'Amore è il nostro Ideale), ma porta una nuova teologia, o meglio dà sviluppo ulteriore, perfeziona, completa la teologia e con essa l'ascetica e la mistica. La dottrina della Chiesa è come un albero fiorito, sviluppatosi attraverso i secoli. Il nostro Ideale dà ad esso una nuova fioritura; quasi ricopre la chioma di questo albero, di un nuovissimo manto di fiori e sembra - e lo è - che tutto l'albero tenda a questa fioritura e sia in funzione di essa o per essa, perché solo nel nostro Ideale è il compimento dell' Evangelo, della legge."*

Si tratta di uno dei brani più famosi delle visioni del 1949 (vedi link). Chiara, era quindi convinta, oltre al fatto di essere in possesso della panacea contro tutti i mali, che la Rivelazione da sola non bastasse ma di doverci aggiungere lei qualcosa col suo carisma. E la Chiesa l'ha lasciata fare o non ha vigilato abbastanza. Ne ha quindi direttamente e indirettamente rafforzato l'impostazione narcisistica, il famoso "noi siamo i migliori", tratto comune a tutte le comunità, il più delle volte con derive settarie, che si sentono portatrici della soluzione perfetta.  

È molto probabile che la Chiesa abbia sempre avuto e abbia tuttora un grosso problema a regolare ed arginare l'esuberanza religiosa di taluni e talune, che svegliandosi la mattina, o vedono madonne o fondano movimenti sul presupposto di aver parlato direttamente con dio e di aver ricevuto da lui un "carisma". Le cronache in questi tempi confermano questa difficoltà.

Il termine "carisma" (che deriva dal greco cháris, "grazia") nella tradizione ebraico-cristiana indica una dote spiegabile soltanto attraverso un rapporto privilegiato dell'individuo che ne è depositario con la divinità: il dono in questione si traduce in una sorta di vocazione a cui non ci si può sottrarre. Il leader carismatico non ha bisogno di legittimare la propria autorità, in quanto punta sull'adesione spontanea e personale dei seguaci, «determinata dall'entusiasmo, dalla necessità e dalla speranza». (vedi questo interessante articolo sul tema - Link)

Come è facile notare, si tratta di un rapporto di tipo irrazionale ed emozionale; in ciò consiste la sua forza e al contempo la sua precarietà. Il carisma è quindi intrinsecamente labile, destinato a tramontare e a subire un inevitabile processo di "routinizzazione", ovvero una sostituzione dell'entusiasmo spontaneo iniziale, che presto scompare, con un entusiasmo indotto, ovvero suscitato per via artificiale mediante pratiche rituali (liturgie, cerimoniali, manifestazioni, celebrazioni ecc.). Nel caso del movimento dei focolari, congressi, incontri, meeting, tavole rotonde, ecc... qualsiasi cosa purché si stia seduti a parlare e produrre continuamente nuova narrazione.  

Storicamente a nostro avviso l'errore della Chiesa è stato svendersi alla fiera dei carismi, in un momento in cui le chiese cominciavano a svuotarsi e la crisi ora in corso era solo in nuce. Oltre Tevere hanno barattato così a favore di chiese piene sopratutto di giovani, il timbro di autenticità del carisma di turno. E la frittata ormai purtroppo è fatta. Quante volte abbiamo sentito ripetere e usare nel movimento dei focolari la narrazione "eh ma la Chiesa ci ha approvati"? E con questo timbro di ufficialità sono state fatte passere le peggio cose.  

Questa faccenda dei carismi è davvero sfuggita di mano, soprattutto il ruolo di fondatori, ha prodotto culti della personalità discutibili. Basterebbe anche solo una semplice ricerca su Google per capire che tutti i fondatori della foto di apertura (Pentecoste 1998 in piazza San Pietro) hanno generato insieme alle loro creature anche tutta una serie di derive settarie che hanno prodotto abusi di ogni ordine e grado.  

La Chiesa non ha saputo arginare l'esuberanza e il narcisismo di questi fondatori che nel loro brodo autoreferenziale interno alle comunità e movimenti, hanno sovente rivestito ruoli di divinità infallibili. Chiara Lubich in questo senso ne è un esempio lampante e lo abbiamo detto varie volte. (vedi link). Indisturbata alla guida del movimento per tutta la sua vita ha prodotto davvero un pensiero tutto suo con interpretazioni davvero improbabili del vangelo che hanno dato seguito a tante storture e derive che ora persino il co-presidente del movimento dei focolari Jésus Morán non può negare e inizia a parlarne apertamente, forse perché è a fine mandato e ormai esasperato dall'immobilismo delle focolarine. (vedi link

Come mai il Vangelo e la Rivelazione da sola non basta e avanza e la Chiesa ha un bisogno quasi patologico di queste figure carismatiche? Non sarebbe più semplice piuttosto che imbarcarsi nella narrazione dei carismi, considerare queste persone e soprattutto le loro idee come semplicemente un modo diverso, adatto ai tempi che si vivono, di incarnare le proposte del Vangelo? Il troppo peso accordato ai fondatori non rischia di far affondare le loro comunità? 

Ultimamente anche Chiara Amirante è stata costretta ad abbandonare la guida di Nuovi Orizzonti (movimento nato da una costola di quello dei focolari n.d.r.), per presunti problemi di salute. In realtà ha dovuto anche lei sottostare alle direttive di Bergoglio, che proprio per arginare l'esuberanza dei fondatori e limitare il danno delle derive settarie ha deciso che le governances dei movimenti e delle nuove comunità debbano essere cambiati ogni 5 anni.  

Chiara che invece ha regnato tutta la sua vita ha lasciato un movimento orfano e allo sbando. Per il movimento dei focolari affondare è quindi un rischio sotto gli occhi di tutti. E proprio questo fatto pone delle domande serie sulla natura di questo presunto carisma. Ormai è lotta senza quartiere tra i due rami dei consacrati del movimento dei focolari, quello maschile più propenso al cambiamento, e quello femminile assolutamente arroccato nel fortino Apache, disposto a combattere sino all'ultima focolarina piuttosto che criticare Chiara o cambiare anche solo una virgola del suo carisma.

Chi la spunterà? E a che prezzo?


------




* Dal manoscritto dei "Paradisi del '49" - 6 novembre

Commenti

  1. Mi piacerebbe sapere prima di commentare questo post da chi è stato scritto. Faccio ormai fatica a sapere chi sta dietro anonime sigle come "Inciampo Carapace" "Inciampo del Carapace", "Chiaretto Carapace"... E francamente non riesco più a seguire le varie metamorfosi, forse segno di un dissenso all'interno dei promotori. Un po' di coraggio di fare sapere chi c'è dietro non lo avete? È molto facile tirare una pietra e poi nascondersi. Il mio nome è Luca Pestarino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa...nèèèè....ma ci sono stati/e nel mov che mi hanno tirato montagne e a mia richiesta di spiegazioni mi hanno risposto..non ne sappiamo niente non abbiamo fatto niente non capisco cosa vuoi dire..tirare una pietra e nascondersi...cavati la trave dal tuo occhio cosicchè tu possa togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello..quanto vedevi da lontano Gesù..avete già fatto del male ai miei parenti e vuoi sapere chi siamo..la lupara te la compro io poi

      Elimina
  2. Non te lo diciamo chi l'ha scritto. E perché dovremmo poi? Del nostro gruppo credo solo Franz ti conosce personalmente. Per il resto sei un viso dietro occhiali da sole e cappellino ; ) Ti bastino le iniziali. G.P. Un ex gen. Non devi poi stare dietro a nulla. Noi ci riserviamo il diritto di mettere o non mettere iniziali o di firmare in chiaro. Non dobbiamo renderne conto a te, e chi sei? Cambieremo nome tutte le volte che lo vorremo e non dobbiamo anche in questo caso renderne conto a nessuno. Lasciamo libero chiunque voglia farci visita sui nostri canali e leggerci. Blocchiamo solo i trolls e chi si ostina a buttarla in caciara o non entrare nel merito del tema dei nostri post con la famosa scusa "eh ma Facebook e i socials non sono adatti a questo...". Bella scusa! Purtroppo invece i socials sono adattissimi oggi e non se ne può fare a meno. Basta un po' di educazione e saper esprimere delle idee. Poi è comunque il medium che abbiamo scelto noi e se tu vieni a farci visita non è che decidi tu il dove e il come, non ti sembra? Apri tu il tuo canale che meglio reputi e prova tu a crearti un pubblico, dei followers e proporre i contenuti secondo la tua sensibilità. Chi te lo vieta? Piuttosto che perdere tempo con noi, tanto tempo, a pensarci tutto tempo sottratto ai tuoi impegni di focolarino (ci si chiede tra davvero com'è che hai tutto 'sto tempo libero non dedicato all'apostolato ma al contenzioso con gli ex focolari sui socials? Questa domanda te la fa il Carapace dalle Galapagos che non è potuto venire...) Comunque prima di pubblicare qualsiasi cosa sul blog, ci si mette le mani un po' tutti. Ci hai beccato! Bravissimo, hai capito che ormai regna un dissenso interno alla redazione del Carapace; oddio e ora?. Accese discussioni anche solo per un aggettivo più sferzante del solito... Non sempre siamo d'accordo e i nostri contenuti hanno a volte mesi di lavoro editoriale alle spalle. Ma qualsiasi processo creativo prevede un po' di attrito. Ne vale la pena comunque. Solo su FB l'ultimo post è stato letto più di 1500 volte. E non si tratta di una pietra come dici tu (che formulato così il tuo è già un giudizio), ma di esperienze e opinioni ben scritte e espresse in modo garbato. Se vuoi commentare fai pure. Ma non stiamo cercando un dialogo, non è che dobbiamo per forza di cose trovarci a metà strada, scendere a compromessi, venirci incontro, parlarci fraternamente, ecc... E perché poi? Niente di tutto ciò. Questo blog è scritto per chi volesse sentire un'altra campana rispetto alla narrazione ufficiale del movimento dei focolari, e a quanto pare sono tantissimi i nostri lettori. Ci basta questo, aver proposto delle piste di riflessione alternative. Non sei d'accordo? Vuoi farci sapere il tuo parere? Come vuoi. Sei il benvenuto. L'importante è entrare nel merito dei temi che affrontiamo. Provaci se vuoi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti uno, da inciampo carapace a inciampo DEL carapace vi ha visto dei contrasti ..nelle migliaia di commenti contro il mov e contro cl...cos'è che ci vedi..a no li ti giri dall'altra parte..e come te tante altre foc..penso che oramai siete entrati all'interno dell'orizzonte dagli eventi astronomico e da li non si possa più uscirne Ps le discussioni sono l'anima dei popoli (forse a volte un pò troppe)...ma si chiama democrazia, nel mov, io che non ne faccio parte, ho visto solo totalitarismo..tentato persino nei miei confronti..quindi non il comportamento del singolo

      Elimina

Posta un commento

Per favore, commenti da adulti. Si può essere non d'accordo con i temi del blog, basta farlo presente con gentilezza. Qualsiasi tipo di insulto o buttata in caciara verrà ignorato. Please get used to it!